lunedì 6 febbraio 2012

Macaron allo zafferano...il mio primo esperimento!


Si, mi sono lanciata anche io, so che ne avete visti e rivisti, che ne avrete pieni gli occhi e forse anche le pance, ma io dovevo provare, anche essendo più che certa che sarebbe stata una catastrofe, io sono una disordinata cronica e affontare delle preparazioni molto tecniche mette a repentaglio la mia sanità mentale...già piuttosto labile devo dire! Ma non divaghiamo devo dire che avevo delle perplessità...prima su tutte la farina di mandorle...non che abbia qualcosa che non va, è che arrivare ad avere una polvere finissima non è facile essendo un seme oleoso, infatti devo dire che un po di difficoltà le ho avute, soprattuto perchè partivo da mandorle intere. L'altra ansia erano i famigerati "piedini" che questi dolcetti devono averee poi...e poi avrei dovuto appiattire quel cappellino che hanno sulla testa, ma mi sembrava simpatico e l'ho lasciato :) Vi ho già parlato vero dello zafferano homemade? Credo di si, anche perchè ultimamente lo sto usando parecchio, in più aggiungo che ha un profumo eccezionale, quindi io l'ho dosato con cautela, volevo che si sentisse, ma avevo paura che se avessi aggiunto anche solo un pizzico in più, sarebbe stato difficile trovare un equilibrio, li ho farciti con una buttercream all'arancia rossa e miele di arancio. Sicuramente l'aspetto non è perfetto, direi anzi che rispetto agli "originali" è un po rustico per usare un eufemismo...ma io sono veramente soddisfatta, il gusto a dispetto dell'aspetto di cui sopra era elegante, sofisticato...non credevo neanche di averli fatti io! :)


Macarons allo zafferano con buttercream all'arancia rossa e miele di arancio

Ingredienti:
per i macarons: ( da una ricetta di Tartelette )
90g di albumi
110g di farina di mandorle
200g di zucchero a velo
40g di zucchero semolato
4 stimmi di zafferano ridotti in polvere
per la buttercream:
60g di burro morbido
2 cucchiai di miele di arancio
2 cucchiai di succo d'arancia rossa
la scorza grattugiata di 1 arancia
150g di zucchero a velo


Preparazione:
Cominciamo dagli albumi che devono essere invecchiati di almeno 24 ore, possibilmente coperti e a temperatura ambiente. Preparate tutto il necessario vicino a voi prima di cominciate, partiamo dalle placche, a me ne sono servite due, ho tagliato due fogli di carta forno e li ho posizionati nelle teglie, poi la farina di mandorle e lo zucchero e velo, vanno ridotti in una polvere finissima e passati attraverso un setaccio. Nella campana della planetaria con la frusta, cominciate a montare gli albumi con lo zafferano, appena diventano spumosi e prendono corpo aggiungete poco per volta lo zucchero semolato, come fareste per una meringa, appena la massa diventa lucida ma non troppo compatta, sganciate la campana e procedete a mano con una spatola, aggiungete la miscela di mandorle e zucchero a velo alla meringa in due riprese mescolando dall'alto verso il basso e proprio in questo punto risiede il segreto a quanto pare, il mio errore è stato fermarmi troppo presto, avrei dovuto mescolare ancora un po ed ecco il perchè del simpatico cappellino che hanno i miei macarons, potete fare una prova su un piattino, se la superficie si appiattisce subito è pronta, se invece tende a fare il cappello, mescolate ancora un paio di volte. Mettete il composto in un sac a poche con la bocchetta liscia e formate dei mucchietti rotondi, possibilmente tutti uguali sulle placche che avevate preparato e lasciate i macarons riposare per almeno mezz'ora prima di cuocerli a temperatura ambiente. Preriscaldate il forno a 150° e cuocete i macarons per circa 8/10 minuti, una volta fuori dal forno lasciateli intiepidire e rimuoveteli dalle placche...essendo una base meringa teme l'umidità, quindi niente frigo e se non li usate subio conservateli in un contenitore chiuso, o diventeranno gommosi. Per la crema al burro montate il burro morbido con delle fruste fino a che non diventa spumoso, aggiungete il miele e la scorza d'arancia, mescolate bene, quindi cominciate ad incorporare lo zucchero a velo, sempre mescolando, se lo fate a mano con un certo vigore, tra un'aggiunta e l'altra incorporate anche il succo d'arancia, fino ad ottenere una crema morbida ma sostenuta, armati di nuovo di sac a poche posizionate un mucchietto di crema al centro della metà dei gusci, quindi accoppiate i macarons con una leggera pressione e...voilà!
Con questa ricetta partecipo al contest di Cinzia


e al contest di Cran Berry in collaborazione con Smartbox e GreenGate



44 commenti:

  1. Li trovo bellissimi, come primo esperimento davvero niente male!

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia Greta!!! Complimenti per la ricetta e per le foto, fantastica, unite nell'oro, nello zafferano e nel miele!

    RispondiElimina
  3. A me sembrano bellissimi e sicuramente il gusto dello zafferano li avrà resi particolari ...una meraviglia, davvero!

    buona settimana
    loredana

    RispondiElimina
  4. Sono stupendi questi macaron!!io non mi sono ancora cimentata in queste preparazioni ma sono molto tentata. Bravissima!! Buona settimana, Valentina

    RispondiElimina
  5. Sono un incanto, e forse i miei dolci preferiti in assoluto per quanto sono belli: ti rubo subito la farcia!

    RispondiElimina
  6. SENZA PAROLE!! Anzi no: MERAVIGLIOSI!!
    io non amo i macarons e la macaron-mania ma questi mi farebbero ricredere, l'idea dello zafferano è strepitosa, la farcia idem e il risultato mi sembra impeccabile
    BRAVISSIMAAAAAAA
    Cris

    RispondiElimina
  7. Mi sembra che ti siano venuti perfetti! bellissima idea quella dello zafferano...copio, subito! baci e buona settimana

    RispondiElimina
  8. che, un esperimento favoloso,complimenti!!

    RispondiElimina
  9. Sono assolutamente favolosi mia cara! Ne sono incantata...la farcia è favolosa di suo e l'esperimento con lo zafferano mi ispira tantissimo... peccato aver provato a fare i macarons solo una volta... ma ci riproverò ;)
    un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  10. e per fortuna che è il primo esperimento.. complimentoni! sono assolutamente perfetti e mi piace l'idea dello zafferano!

    RispondiElimina
  11. che ricetta!!! Elengantissima!
    Molto bella Greta!Grazie mille per aver partecipato!Vado ad aggiungerti alla lista dei partecipanti!
    In bocca al lupo!

    li dovrò provare...ho ancora un po di zafferano dell'aquila...non mi farò sfuggire questa ricettina!^_^

    RispondiElimina
  12. sono splendidi...bravissima!

    RispondiElimina
  13. Io sono ancora timorosa, non penso di aver la situazione psicofisica di dedicarmi alla loro preparazione!I tuoi sono belli belli e particolari! bacioni!

    RispondiElimina
  14. Tesoro primo esperimento piu che riuscito e devo dire che il cappellino cmq ci sta bene dai mica li vogliamo perfettissimi e liscissimi...questa è una di quelle preparzioni che mi mette un ansia terribile con risultati nn sempre soddisfacenti ma alla fine la golosità nn cambia!!!baci,imma

    RispondiElimina
  15. eco, io tutto il tuo coraggio non l'ho ancora trovato. Leggo, mi informo, studio, ma poi tutte dite che son difficili e allora io mi blocco
    uff : (

    RispondiElimina
  16. beh, come primo esperimento devo dire che sono venuti davvero niente male!!!! se ti va passa da me, ti ho citata in un post, spero ti faccia piacere! buon pomeriggio

    http://blog.giallozafferano.it/cucinalaura/the-versatile-blogger-award/

    RispondiElimina
  17. alla faccia che erano un esperimento! sembra che sono la centesima volta che li fai!!! stupende le foto!!!

    RispondiElimina
  18. che belli greta!!! bravissima .. se hai avuto difficoltà tu io manco ci provo :-P comunque hanno un aspetto delizioso!! brava brava

    RispondiElimina
  19. Alla faccia della prima prova, complimenti! Anche io passo, pasticciona come sono rischio di dar fuoco a tutto!

    RispondiElimina
  20. non dirlo che è il primo esperimento...nessuno ci crederebbe, a me sembrano perfetti!!!

    RispondiElimina
  21. Ti sono venuti davvero bene! e anche la coroncina è perfetta :)
    Manca solo l'assaggio... ma a questo si può rimediare mettendosi all'opera! a prestissimo

    RispondiElimina
  22. Sono i primi e sono già così perfetti???? Ok. ora ne ho la certezza... TU NON sei umana :-P

    RispondiElimina
  23. esperimento devo dire riuscito benissimo è difficile farli anche se non sembra bisogna essere molto precisi

    RispondiElimina
  24. Ti dirò che anche a me piace il cappellino :-)
    E fortuna che era il primo esperimento....sono perfetti e sembrano proprio molto friabili.

    RispondiElimina
  25. Sono come te: non riesco a farli perfetti, ma poi sono sempre molto soddisfatta del risultato, anche se sono brutti, crepati, bruciati o collosi. ma mi pare che i tuoi siano venuti piuttosto bene per essere la prima volta! e lo zafferano è molto particolare!

    RispondiElimina
  26. Sono bellissimi, sembrano dei gioiellini preziosi! bravissima!

    RispondiElimina
  27. A me sembrano perfetti! E saranno sicuramente buonissimi!

    RispondiElimina
  28. Davvero un'idea originale.Da provare,quei 4 stimmi di zafferano mi incuriosiscono parecchio.Comunque un'esperimento riuscito alla grande mi sembra.
    Un abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
  29. eccomi finalmente anch'io Greta!!! E' da stamattina che li vedo, e la terza volta che vengo qui finalmente riesco a commentare: scusanonhocapitobene: rustici?!?!?! No, guarda, non ci siamo proprio, per me non vedo come potrebbero essere più perfetti. E poi questa idea del Metterci lo zafferano la trovo una genialiata e la farcia alle arance rosse poi! ma tu sei un genio, brava davvero
    Grazie, grazie!
    PS: io tentato solo una volta, e non ancora ri-tentato :S

    RispondiElimina
  30. anonimo?! e perché poi? Sono Cinzia -essenzaincucina-

    RispondiElimina
  31. io ancora mi devo lanciare, i tuoi sono sublimi!!!!!!

    RispondiElimina
  32. che belli e sembrano ottimi! complimenti grate! grande!

    RispondiElimina
  33. Ma tu li hai visti i macarons di Nigella??? I tuoi sono perfetti! E poi come al solitro abbinamenti strepitosi... vorrei tanto essere anche io disordinsta cronica e di salute mentale labile e poi fare queste meraviglie!

    RispondiElimina
  34. Ho visto gli spaghetti arriminati e sono favolosi...ma questi macarons sono perfetti, sei stata bravissima, io non saprei da dove incominciare, ci vuole veramente tantissima bravura e sana passione per arrivare a questi risultati anche la prima volta...un abbraccio, ciao.

    RispondiElimina
  35. se ti facessi vedere la foto di quel che p uscito a me la prima (e ultima) volta che ho provato a fare i macarons, ti renderesti conto di quanto brava sei !!!!!
    Non sono solo belle ma dagli ingredienti sembrano fantastici !

    RispondiElimina
  36. ciao greta, ma che squisitezza!!!!sono stupendi!!! :) il cappellino sì, che ridere, ci sta anche bene!!!
    io tempo fa appena tornata da parigi li ho fatti al cioccolato fondente!!
    con piacere proverò a fare anche i tuoi!! :)
    baci
    p.s. a breve sul mio blog ci sarà una sorpresa, passa a trovarmi!
    sori

    RispondiElimina
  37. Complimenti, una ricetta bellissima, davvero originale!

    RispondiElimina
  38. Non amo i macarons....non so neanche perchè...in varie occasioni li ho assaggiati giusto per capire se poteva magari esserci differenza con il precedente...ma non mi trasmettono nulla....boh!!!!
    Comunque ti sono venuti molto molto bene.....anche perchè so non essere proprio di semplicissima realizzazione!!! Brava Greta!!!

    RispondiElimina
  39. sono praticamente perfetti!!! mi piace l'idea dell'uso dello zafferano li rendono molto particolari! complimenti :-)

    RispondiElimina
  40. te l'ho già detto ma te lo ripeto... quanto mi piace il tuo blog!
    le ricette sono una più invitante dell'altra,particolari come piace tanto a me, presentate bene e fotografate idem.
    basta?
    complimenti finiti?
    no: sei pure simpatica!
    adesso però basta, eh?!??
    buona giornata!

    RispondiElimina
  41. Deliziosi.... davvero, bravissima!

    RispondiElimina
  42. Congratulazioni per la vittoria, Grata, la meriti in pieno!!!
    loredana

    RispondiElimina